Autori

AI WEIWEI
Artista cinese (Pechino 1957), figlio del poeta Ai Qing. Le sue installazioni artistiche sono state esposte nei principali musei d’arte contemporanea del mondo. Del 2012 è il film-documentario di A. Klayman Ai Weiwei: never sorry e il testo Weiweisms (trad. it. 2013), raccolta di aforismi sull’arte e la politica. Nel 2017 l’artista ha diretto il lungometraggio sulla crisi migratoria Human flow, presentato alla 74a Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Damocle ha pubblicato il libro d’artista Venice Elegy con poesie di Yang Lian e immagini di Ai Weiwei.

MEENA ALEXANDER
Meena Alexander è nata in India e cresciuta in India e Sudan. Nel 2018 sono usciti i suoi libri più recenti: la raccolta di poesia Atmospheric Embroidery e l’antologia Name me a Word: Indian Writers Reflect on Writing. Ha ottenuto il PEN Open Book Prize e riconoscimenti dalle fondazioni Guggenheim, Fulbright e Rockefeller e dall’Arts Council of England. Nel 2014 è stata National Fellow presso l’Indian Institute of Advanced Study di Shimla. Insegna letteratura inglese alla City University of New York. Traduzioni italiane delle sue poesie sono apparse in Poeti indiani del Novecento (a cura di Shaul Bassi) e L’India dell’anima (a cura di Andrea Sirotti). Damocle ha pubblicato il libro Poems for Sarra – Poesie per Sara, Sara Copio Sullam visse, studiò e creò nel Ghetto di Venezia agli inizi del Seicento. Quattro secoli più tardi, Meena Alexander, Rita Dove ed Esther Schor – hanno rivisitato la sua vita e le sue opere, vivendo a Venezia ed esplorando il Ghetto.

GIORGIO BAFFO
Giorgio Baffo, (Venezia, 11 agosto 1694 – Venezia, 30 luglio 1768) considerato il più grande poeta libertino di tutti i tempi, tra i lirici più geniali del XVIII secolo, ha sempre scritto le sue composizioni in dialetto veneziano. Tutta l’opera del Baffo trasuda gioia di vivere, di vivere in quel suo particolare secolo, di vivere a Venezia, la città anfibia. Se non fosse per Baffo sarebbe assolutamente impossibile avere una piena e chiara visione di quel che fu la sensuale decadenza della Serenissima. Damocle ha pubblicato Mona – Moniche, testo a fronte veneziano – francese, nella traduzione in lingua francese di Guillaume Apollinaire, edizione limitata in 100 esemplari numerati e cuciti a mano..

BETTINA BALDASSARI
Nata il 5 febbraio 1968, vive in Romagna. Dopo il diploma in pianoforte ha cominciato a lavorare come autrice di musiche e testi nel team di Vasco Rossi, componendo canzoni per gli Stadio e Patty Pravo. Nel 1998 ha curato le traduzioni di alcuni testi della colonna sonora del film di animazione La gabbianella e il gatto, su musiche originali di David Rhodes (compositore britannico e chitarrista di Peter Gabriel). Nel 2007 è stato pubblicato il suo romanzo d’esordio La ghenga del Barozio, una pop–novel ambientata nella Romagna felliniana dove l’autrice è cresciuta. Damocle ha pubblicato Alfabetiche stanze, una raccolta di testi e illustrazioni ispirate al mondo fiabesco dell’abbecedario.

INGMĀRA BALODE
Ingmāra Balode, nata nel 1981, poetessa e traduttrice, è una dei maggiori talenti della nuova poesia lettone. Ha pubblicato finora due raccolte di poesie. La prima, “Ledenes, ar kurām var sagriezt mēli.” Ed. Satori (2007), ha ottenuto il premio della Letteratura lettone (LALIGABA) per il miglior esordio. La seconda, “alba” Ed. Mansards (2012), ha ricevuto il premio per la migliore opera poetica dell’anno. Damocle ha pubblicato trokšņot drīkst tikai jūra – solo il mare può far rumore, una raccolta di sue poesie tratte da “Ledenes, ar kurām var sagriezt mēli.” Ed. Satori (2007).

RŪDOLFS BLAUMANIS
Rūdolfs Blaumanis, nato nel 1863 a Ērgļi e morto nel 1908, è stato il più grande drammaturgo lettone e uno dei più acuti e sensibili narratori del suo tempo, il fondatore della narrativa psicologico realistica nella letteratura lettone. Damocle ha pubblicato il suo racconto breve Sapnis-Sogno, testo a fronte lettone-italiano nella traduzione di Paolo Pantaleo, prima uscita della collana dedicata alla letteratura lettone “Piccola Biblioteca Lettone”.

LORENZO BONOSI
Lorenzo Bonosi (1970) è nato a Firenze e cresciuto in Alto-Adige. Ha soggiornato a lungo in Finlandia, Germania, Francia, Scozia e Svezia, conseguendo il dottorato in Ecologia Forestale e la laurea in Germanistica all’università di Friburgo. Attualmente borsista Marie-Curie in genomica forestale, da diversi anni lavora anche come traduttore Italiano-Tedesco-Italiano. Impressioni svedesi e altro sull’Italia – Das Leben in Schweden und andere Italienbilder è la sua opera prima, finalista al Premio Mario Luzi 2014.

RITA BOTTOMS
Rita Bottoms ha fondato archivi e curato mostre per John Cage, Lawrence Ferlinghetti, Al Weber, Kenneth Patchen, Norman O. Brown, Lou Harrison, Robert Heinlein, Graham Nash, Gregory Bateson, Ruth-Marion Baruch Pirkle Jones, Rosalie Sorrels, Morley Baer, George Barati, e Edward Weston, quando era Direttore dei fondi speciali della Biblioteca dell’Università della California, Santa Cruz (1965-2003). Di molti di questi artisti, che riconobbero in lei un’affinità di spirito, fu amica e confidente. Damocle ha pubblicato i suoi libri Riffs & ecstasies: true stories e Venice: Writing Under the Influence.

MICHAIL BULGAKOV
Michail Afanas’evič Bulgakov (Kiev, 1891 – Mosca, 1940), è stato uno dei più grandi scrittori e drammaturghi della letteratura russa. Durante il regime staliniano molte delle sue opere furono censurate e videro la luce postume. Scritto nel 1934, ma pubblicato in Russia solo nel 1978, Era maggio si ispira ad un episodio di vita dell’autore. Il racconto compare ora in Italia per la prima volta.

DINO CAMPANA
Dino Campana (Marradi 1885 – Castel Pulci, Firenze, 1932), il poeta matto di Marradi, è una delle figure più controverse e incomprese della letteratura italiana del Novecento. Inquieto, sensibile, visionario. Emilio Cecchi, l’unico critico letterario che comprese da subito il valore del poeta, disse che Campana passò come una cometa e che la sua influenza sui giovani fu incalcolabile. Damocle ha pubblicato una raccolta di sue poesie Da lontano un ubriaco canta amore alle persiane e il libro d’artista Le stelle sono bottoni di madreperla.

ANTON ČECHOV
Антон Павлович Чехов – Anton Čechov (Taganrog 1860 – Badenweiler 1904), scrittore e drammaturgo russo, è considerato unanimamente il maestro del racconto breve. Damocle ha pubblicato В МОРЕ (РАССКАЗ МАТРОСА) – In mare (Racconto di un marinaio) testo a fronte russo-italiano nella traduzione di Carla Muschio e Встреча весны – Incontrare la primavera testo a fronte russo-italiano nella traduzione di Chiara Munerato.

ÉDOUARD CHARTON
Édouard Charton (Sens, 1807 – Versailles, 1890) fu scrittore, giornalista, e insigne uomo politico francese. Originariamente vicino al socialismo utopistico di Sain-Simon, si prodigò tutta la vita alla promozione dell’istruzione a mezzo stampa. Fondò e diresse il settimanale divulgativo illustrato Le tour du monde (Hachette, 1857-1914), dedicato alle esplorazioni e ai viaggi; Chioggia nella laguna veneta vi comparve nel 1869. Repubblicano integerrimo, rientrò in politica dopo la caduta di Napoleone III e fuSenatore della Repubblica dal 1871 fino alla morte. È sepolto nel cimitero Saint-Louis di Versailles. La figlia minore Juliette, citata in queste pagine, fu l’ava materna di Paul-Marie Duval (1912-1997) professore di Archeologia e Storia della Gallia al Collège de France. Non è noto il nome del traduttore dell’edizione italiana, Chioggia nella laguna veneta, Milano, Fratelli Treves Editori, 1874.

ALEXIS CHIARI
Alexis Chiari è psicanalista e dottore in medicina. Oltre ai suoi scritti psicanalitici, ha pubblicato parecchi articoli e saggi di cui recentemente L’insaississable nudité des visages nel catalogo dell’esposizione “Visages, Picasso, Magritte,Warhol” pubblicato dalla Réunion des Musées Nationaux, Parigi. Il promontorio è la sua opera prima.

AGNES CONWAY
Agnes Conway, nata nella contea di Limerick, Irlanda, si è trasferita all’età di diciotto anni a Dublino per studiare al National College of Art. I suoi lavori sono pubblicati online su www.agnesconway.com. Damocle ha pubblicato il suo Lost sailors-I marinai perduti. I monumenti commemorativi la cui creazione è descritta in questo libro sono stati esposti al Museo Nazionale Marittimo d’Irlanda nel luglio del 2012. La mostra consisteva in 19 cippi lignei, elaborati con legno spiaggiato, bronzo e foglia d’oro.

FRANCESCO CROSATO
Francesco Crosato è nato nel 1955 a Treviso, città in cui attualmente vive e lavora (insegna italiano e storia presso l’Istituto Tecnico Turistico Mazzotti). Ha pubblicato una raccolta di poesie in lingua italiana (Cos’hai che non parli…?, edizioni Ensemble ’900), una silloge in dialetto trevigiano (S’ciantìzi, Longo Editore di Ravenna), un’opera per il teatro, sempre in dialetto, riprodotta in audiolibro dallo stesso editore (No’ soło nónsoło, Antilia Editore, Treviso) ed una raccolta di fiabe (Ometti neri in camera, Kellermann Editore, Vittorio Veneto, Treviso). Ha anche collaborato con importanti artisti (Licata, Celiberti, De Martin, De Bei, Santorossi, Brancher, Bellotto…), realizzando alcuni cataloghi d’arte. Damocle ha pubblicato Sottocosta – Viaggio solitario da Muggia a Cattolica e Sottocosta da Muggia a Cattolica – Annotazioni di un viaggio solitario.

SANTE CUTECCHIA
Sante Cutecchia vive a Venezia. Si occupa di fotografia e architettura ed è docente al Liceo artistico. I suoi fotoreportage sono stati pubblicati nei volumi Puglia di Pietre (Foggia 2007), Il nero seme sul bianco campo (Bari 2011), Questo non è un paesaggio (Matera 2015) e nel catalogo della mostra Contorni / Outlines: identità del paesaggio metropolitano a cura di Uliano Lucas (Bari, 2015). Ha pubblicato fotografie sulle riviste In Pensiero Il Reportage con Mauro Minervino, antropologo, docente universitario e scrittore. Tra i suoi fotolibri: Il tratturo e la via Appia antica (Bari, 2013) con Arturo Cucciolla, architetto e storico dell’architettura e Ferdinando Mirizzi antropologo (Università di Basilicata), La città di mezzo (Monteroni di Lecce 2015). Attualmente espone nella mostra itinerante L’Appia ritrovata. In cammino da Roma a Brindisi di Paolo Rumiz e compagni. Damocle ha pubblicato Vivenza d’un barbiere dopo la morte, libro d’artista con un racconto di Gianni Celati e fotografie di Sante Cutecchia.

LUIGIA DA RE
Luigia Da Re (1963). Diplomata all’Accademia di Belle Arti di Venezia, ha realizzato numerosi progetti cinematografici tra i quali Emilio Vedova (52. Esposizione Internazionale d’arte. La Biennale di Venezia, 2007) Malerei als Lebenszeichen (Berlinische Galerie. Berlin, 2008). Ha collaborato con il Maestro Emilio Vedova e la moglie Annabianca dall’anno 1990 all’anno 2006. Damocle ha pubblicato il suo Nello studio del pittore Emilio Vedova.

CLAUDIA DEMONTE
Claudia DeMonte è un’artista, curatrice e professoressa che ha esposto in oltre 35 paesi. Vive e lavora a New York, Miami, Florida, e Kent, Connecticut. Ha lavorato per lunghi periodi a Paris, Bangkok, Shanghai, e Venezia. Tra i progetti di Claudia DeMonte Women Of the World: A Global Collection of Art, esprime l’immagine della “donna” da oltre 175 paesi, e la Reale Bellezza, che sfida i concetti di bellezza nella cultura globale di oggi. È sposata con lo scultore Ed McGowin. Damocle ha pubblicato il suo libro Things I have done – Cose che ho fatto.

FËDOR DOSTOEVSKIJ
Fëdor Michailovič Dostoevskij (Mosca, 1821 – San Pietroburgo, 1881) è stato un filosofo, pensatore e romanziere russo, fra i più grandi di tutti i tempi, non solo fra i suoi connazionali. Quello che qui proponiamo è un estratto dal Diario di uno scrittore, un compendio di memorie e riflessioni personali, redatto dall’autore a partire dal 1873. Due suicidi fu scritto nel mese di ottobre del 1876.

RITA DOVE
Rita Dove è stata Poetessa Laureata degli Stati Uniti e vincitrice del Premio Pulitzer per la poesia per la sua sequenza lirica Thomas and Beulah. Ha pubblicato nove libri di poesia, tra cui Sonata Mulattica e Collected Poems 1974-2004; è autrice di un romanzo, una raccolta di racconti e una pièce teatrale. Ha curato la Penguin Anthology of Twentieth-Century American Poetry. Tra le sue onoreficenze, la National Medal of Arts ricevuta dal Presidente Obama e la National Humanities Medal ricevuta dal Presidente Clinton. Insegna letteratura inglese alla University of Virginia ed è curatrice della sezione poesia del New York Times Magazine. In traduzione italiana è apparsa l’antologia La scoperta del desiderio (a cura di Federico Mazzocchi). Damocle ha pubblicato il libro Poems for Sarra – Poesie per Sara, Sara Copio Sullam visse, studiò e creò nel Ghetto di Venezia agli inizi del Seicento. Quattro secoli più tardi, Rita Dove, Meena Alexander ed Esther Schor – hanno rivisitato la sua vita e le sue opere, vivendo a Venezia ed esplorando il Ghetto.

FRANCO FARNIA
Scrittore autodidatta chioggiotto, abbandona presto gli studi preferendo una formazione fatta di esperienze dirette sulla strada. L’ultima secca è il suo primo romanzo.

LAWRENCE FERLINGHETTI
Lawrence Ferlinghetti ha fondato a San Francisco la libreria indipendente e casa editrice City lights, centro del movimento beat, che pubblicò i primi libri di Jack Kerouac e Allen Ginsberg. Damocle ha pubblicato il suo libro d’artista Are there not still fireflies,

MARIO FRIZZIERO
Mario Frizziero (Chioggia, 1952) è stato insegnante di scuola media superiore. Per molti anni ha avuto così la possibilità di introdurre i suoi studenti nel mondo dei libri. Condividendo con colleghi e amici questo tentativo. Damocle ha pubblicato il suo libro Leggere, gesto umano.

FILIPPO GASPARINI
Filippo Gasparini è nato a Portomaggiore (Fe) nel 1978 e vive a Rovigo. Si è laureato in Lettere all’Università di Bologna nel 2005. Docente precario di Italiano e di Latino, si interessa, oltre alle “Belle Lettere”, di Storia, Filosofia e Musica. Damocle ha pubblicato il suo saggio La peste manzoniana nel Polesine.

HILTRUD GAUF
Hiltrud Gauf, artista originaria di Colonia, ha pubblicato con Damocle il suo libro d’artista Das Ariadne-Projekt / Il progetto Ariadne.

CARLO GOLDONI
Carlo Goldoni (Venezia 1707 – Parigi 1793) è unanimemente riconosciuto come uno dei più importanti autori teatrali italiani di tutti i tempi. Damocle ha ripubblicato il suo Don Giovanni Tenorio a cura di Carlo Alberto Petruzzi.

ROBERTA GOZZOLI
Roberta Gozzoli è nata a Pordenone l’8 gennaio 1963. Laureata in lettere classiche a Padova, ha esordito con Poesia stregata. Ha pubblicato Fleurs (I Fiori), Bikini, Antica sartoria di Positano – omaggio a Emilio Salgari per il centenario della morte 1911-2011, Miracles, Italian Haiku e Josephine, Sulla strada (Via degli amaranti – Al gatto e la volpe bar restaurant), Oltre i fari altre luci, Prisma, Flash.

AMALIA GUGLIELMINETTI
Amalia Guglielminetti (Torino 1881 – ivi 1941) scrittrice e poetessa, figura stridente nella Torino benpensante dell’epoca, attirò presto l’attenzione della critica letteraria per l’eleganza e sensualità dei suoi versi e per una ricercata indipendenza che la resero un personaggio del tutto anticonformista. Fondò la rivista Seduzioni. Damocle ha pubblicato nella collana I Tascabili Le vergini folli – Le seduzioni (con un autoritratto e intervista).

LANCE HENSON
Lance Henson appartiene alla nazione cheyenne dell’Oklahoma. È affiliato ai soldati-cane cheyenne e alla chiesa nativoamericana (Native American Church). Attivista culturale, è stato per 18 anni membro di una ong a Ginevra in Svizzera presso il gruppo di lavoro delle popolazioni indigene. Damocle ha pubblicato emos est se haa’e – one who whispers softly – colei che sussurra piano. Questo libro rappresenta la sua 33ma pubblicazione nell’arco di quarantadue anni di carriera poetica. Henson è professore aggregato presso l’università nativa cheyenne-arapaho di Weatherford Oklahoma.

NORA IKSTENA
Nora Ikstena, nata a Rīga nel 1969, è una delle maggiori narratici della letteratura lettone contemporanea. I suoi racconti sono stati tradotti in numerose lingue, fra cui inglese, russo, svedese, georgiano, tedesco, estone e lituano. Damocle ha pubblicato il suo racconto Lakatiņš baltais – Un bianco fazzoletto, testo a fronte lettone-italiano e Storie di vita, la sua raccolta di racconti più apprezzata.

GIOVANNI INFELISE
È nato a Cosenza nel 1957, vive e lavora a Bologna.
La sua prima raccolta di poesia (Sfero, 1987) viene pubblicata presso l’editore Cappelli. In seguito presso altri editori dà alle stampe: Zèfiro, prefazione di Gianni Scalia (1989); Sotto la luna (con Giorgio Bonacini, 1991); Cuora tremula, prefazione di Mario Ramous (1992); Canti dell’amarezza, postfazione di Roberto Roversi (2001); L’isola senza desiderio (2006); L’ultima dimora, con una nota di Adriano Marchetti (2007); Dépassé (2011). Pubblica i saggi in volume: La voce imperfetta: il poeta e l’inquietudine della parola, introibo di Gianni Scalia (1995); Le rêve, le corps, le visage. Amedeo Modigliani (2008); un testo per il teatro dal titolo L’ultima notte del pettirosso (2010). È presente come poeta e critico in diverse pubblicazioni collettanee. Con Damocle ha pubblicato il saggio Con gli occhi il dolore: l’aspra solitudine di Saba (2012).

JOHANNES M. P. KNOOPS 
Johannes Knoops is an Architect and tenured Professor at the Fashion Institute of Technology/State University of New York where he teaches Interior Design. With a Bachelors of Architecture from Pratt Institute and a Masters from Yale University, Johannes has lead a multi-disciplinary design practice for over 30 years in his native New York City. His research has had the support of the Cini Foundation, American Academy in Rome, National Endowment for Humanities, National Institute for Architectural Education, the Graham Foundation and a number of residencies, including time with the Emily Harvey Foundation here in Venice. Widely published and exhibited, his personal research focuses on issues of memoryand place. His animation, “Venice Re-Mapped” was exhibited in Palazzo Mora at the 2016 Architecture Biennale, and more recently his project “Oculi,” was included in “Design.VE 2018,” at the Palazzo Morosini-Gartterburg in campo San Stefano. Damocle has published In search of Aldus Pius Manutius a campo Sant’Agostin.

OHARA KOSON
Ohara Koson (1877-1945) born in Kanazawa, northern Japan was one of the foremost Japanese print artists of the 20th century. He was renowned for producing beautiful prints of birds and flowers as part of the Shin-Hanga (new prints) movement.

GIACOMO LEOPARDI
Giacomo Leopardi, (Recanati 1798 – Napoli 1837), tra i massimi scrittori della letteratura italiana di tutti i tempi, è ritenuto il maggior poeta dell’Ottocento italiano e una delle più importanti figure della letteratura mondiale. Damocle ha pubblicato L’infinito – The Infinite – Das Unendliche – L’infini in un’edizione limitata in 100 esemplari numerati e cuciti a mano con il testo originale, la traduzione inglese di Frederick Townsend, la traduzione in lingua tedesca di Paul Heyse e Rainer Maria Rilke e la traduzione in lingua francese di C.A. Sainte-Beuve.

MENG LANG
Meng Lang (1961) pseudonimo di Meng Junliang, nato e cresciuto a Shanghai. Negli anni ’80 partecipa a molte iniziative di poeti “underground” e lui stesso ha contribuito alla fondazione di varie riviste. È coautore, assieme a Xu Jingya, dell’importante “Antologia dei poeti cinesi modernisti 1986-1988”. Si trasferisce negli USA a metà degli anni Novanta ed è per un triennio, fino al 1998, “scrittore residente” presso la Brown University, dove insegna e collabora con altri poeti. Nel 2001 è tra i fondatori del Chinese Pen Center. Si stabilisce a Hong Kong dove vive fino al 2014. È fondatore della Morning Bell press. Successivamente si trasferisce a Taiwan dove attualmente vive e lavora. Ha pubblicato varie raccolte di versi. Sue poesie sono state tradotte in molte lingue tra cui italiano, inglese, francese, spagnolo e svedese. In italiano si vedano Nuovi poeti cinesi, Einaudi, 1996 e Un’altra Cina. Poeti e narratori degli anni Novanta, in “In forma di parole”, n. I, 1999. Damocle ha pubblicato in edizione bilingue con testo a fronte cinese-italiano la sua raccolta di poesie Sull’educazione, Un diario poetico su Tian’anmen 1989.

JEREMY LESTER
Jeremy Lester è stato per circa trent’anni professore di filosofia e scienze politiche in Inghilterra. Per ragioni di famiglia e di lavoro risiede tra Bologna e Parigi, dove insegna ancora oggi. Autore di opere e saggi di argomento culturale, filosofico e politico che sono stati pubblicati in inglese e altre lingue, il suo primo libro in italiano fu una dramma teatrale ― Spogliateci tutti Ignudi: i 40 giorni che sconvolsero Firenze e quindi il mondo nel 1378 (Bologna: Pendragon, 2015). Damocle ha pubblicato il suo libro L’ANTE-TEMPESTA Parole in forma di suoni, di canti, di ritmi e di ferite.

YANG LIAN
Yang Lian è uno dei massimi poeti cinesi viventi. È stato tradotto nelle principali lingue e ha ottenuto importanti riconoscimenti internazionali. In Italia ha ottenuto il Premio Flaiano (1999) il Nonino International Literature Prize (2012), l’International Capri Prize (2014) e il Premio Internazionale NordSud (2018). Damocle ha pubblicato in edizione bilingue con testo a fronte cinese-italiano la sua raccolta di poesie Dove si ferma il mare e il libro d’artista Venice Elegy con poesie di Yang Lian e immagini di Ai Weiwei.

H.P. LOVECRAFT
Lovecraft Howard Phillips (Providence, Rhode Island, 20 agosto 1890 – 15 marzo 1937), è stato uno scrittore e poeta statunitense. Riconosciuto tra i maggiori autori della letteratura horror assieme ad Egdar Allan Poe, preso a modello da Stephen King, è considerato da Michel Houellebecq un maestro della narrativa onirica. Damocle ha pubblicato in edizione bilingue The city and the dream – La città e il sogno.

STÉPHANE MALLARMÉ
Stéphane Mallarmé (Parigi 1842 – Valvins, Fontainebleau, 1898). Fu uno dei massimi esponenti della poesia simbolista. Damocle ha pubblicato Le Phénomène futur – Il fenomeno futuro con la traduzione italiana di Filippo Tommaso Marinetti.

FILIPPO TOMMASO MARINETTI
Filippo Tommaso Marinetti, (Alessandria d’Egitto, 22 dicembre 1876 – Bellagio, 2 dicembre 1944) è stato un poeta, scrittore e drammaturgo italiano. È conosciuto soprattutto come il fondatore del movimento futurista, la prima avanguardia storica italiana del Novecento. Damocle ha pubblicato Manifesto tecnico della letteratura futurista e Contro i professori.

HERMAN MELVILLE
Herman Melville è stato uno dei grandi scrittori dell’Ottocento. Tra le sue opere ricordiamo Moby DickBilly BuddBartleby lo scrivanoBenito Cereno. Damocle ha pubblicato Daniel Orme, l’ultimo racconto da lui scritto.

LUNA MIGUEL
Luna Miguel è nata a Madrid nel 1990. I suoi versi sono stati tradotti in inglese, francese, portoghese, russo e italiano. Musa ammalata è una selezione di poesie tratte da: Estar enfermo (La Bella Varsovia), Poetry is not dead (DVD Ediciones), Pensamientos estériles (El Cangrejo Pistolero Ediciones) e La tumba del marinero (libro ancora inedito, anche se le poesie Sailor’s Grave e El velatorio de tu abuelo fanno parte dell’antologia Almanaque poético di El Gaviero Ediciones). Il libro è stato tradotto in inglese da Jeremy Spencer con il titolo Bluebird and Other Tattos per la casa editrice Scambler Books (U.S.A. 2012). Damocle ha pubblicato Musa ammalata – Musa enferma la prima raccolta di poesie in lingua italiana, tradotte da Sunshine Faggio, prefazione di Viola Di Grado.

CARLO ALBERTO PETRUZZI
Carlo Alberto Petruzzi è nato a Fiesole nel 1985 e vive a Firenze. Ha esordito con la raccolta di racconti Senesi. Ha pubblicato con Damocle Carmelo Bene. Una bibliografia (1959-2018), il saggio Introduzione a L’hobby del sonetto di Pier Paolo Pasolini e ha curato l’edizione del Don Giovanni Tenorio di Carlo Goldoni uscito nella collana Teatro Damocle.

LUIGI PIRANDELLO
Luigi Pirandello (Girgenti, od. Agrigento, 1867 – Roma 1936), drammaturgo e narratore, rivoluzionò il teatro del Novecento, divenendo uno dei più grandi drammaturghi di tutti i tempi. Nel ‘34 venne insignito del premio Nobel per la letteratura. Damocle ha pubblicato il suo L’uomo dal fiore in bocca-The Man with the Flower in His Mouth, testo a fronte italiano-inglese.

EDGAR ALLAN POE
Edgar Allan Poe (Boston, 19 gennaio 1809 – Baltimora 7 ottobre 1849) scrittore e poeta, è considerato una delle figure più importanti della letteratura americana. Damocle ha pubblicato Il Corvo in un’edizione speciale con il testo originale, la traduzione italiana di Antonio Bruno, la traduzione portoghese di Fernando Pessoa, francese di Charles Baudelaire e Stéphane Mallarmé, tedesca di Carl Theodor Eben. Con le illustrazioni di Gustave Doré.

CLAUDIA POZZANA
Claudia Pozzana ha pubblicato le raccolte di poesia Segmenti singolari (Poedit, 1995), e il trittico Scelte, Poetra e La curva del mare (Poedit, 2006). È docente di lingua e letteratura cinese all’Università di Bologna. Ha insegnato negli Usa e in Cina. Ha tradotto e presentato in italiano i principali poeti cinesi degli ultimi decenni (La poesia pensante. Inchieste sulla poesia cinese contemporanea, Quodlibet, 2010); ha curato la raccolta del poeta Bei Dao, Speranza fredda (Einaudi, 2003), e quella di Yang Lian, Dove si ferma il mare (Scheiwiller, 2004). Ha inoltre pubblicato in collaborazione con Alessandro Russo varie antologie di poesia cinese, tra cui alcuni numeri speciali della rivista “In forma di parole” (Poeti cinesi contemporanei, 1988; Un’altra Cina, 1999), e il volume Nuovi Poeti Cinesi (Einaudi, 1996). Damocle ha pubblicato Elisioni, Poesie scelte 2005-2014.

ELISA PREGNOLATO
Elisa Pregnolato, nata il 29 novembre del 1978, fin da piccola amante dell’arte, ha intrapreso studi artistici che l’hanno portata per alcuni anni a Venezia. Suoi testi sono presenti all’interno del volume Antologia poetica 1 (Damocle, 2010). Damocle ha pubblicato la sua prima raccolta di poesia in un libro cucito a mano dal titolo Come l’aria. Ha creato il logo Damocle Edizioni.

DANTE GABRIEL ROSSETTI
Dante Gabriel Rossetti (Londra 1828 – Birchington, Kent, 1882), poeta e pittore, fu tra i fondatori del movimento dei Preraffaelliti. The Blessed Damozel, pubblicata per la prima volta nel 1850 nella rivista The Germ, è la sua poesia più conosciuta. Damocle l’ha ripubblicata in un’edizione contenente il testo inglese originale, la traduzione in lingua francese di Francis Vielé-Griffin e la traduzione in lingua italiana di Emilio Tèza.

ALESSANDRO RUSSO 
Alessandro Russo è docente di sociologia all’università di Bologna. Ha insegnato in USA e in Cina. Ha pubblicato vari saggi e studi sulla Rivoluzione culturale cinese. Ha curato in collaborazione con Claudia Pozzana alcune antologie di poesia cinese contemporanea. Damocle ha pubblicato Parlomurs. Dialogo sulla corruzione educativa.

ESTHER SCHOR 
Esther Schor, che occupa la cattedra Leonard L. Milberg ’53 di studi ebraici americani all’università di Princeton, ha vinto il National Jewish Book Award per la sua biografia Emma Lazarus. Tra le sue opere di poesia The Hills of Holland e Strange Nursery: New and Selected Poems. La sua storia culturale dell’esperanto, Bridge of Words: Esperanto and the Dream of a Universal Language, ha avuto un’ampia eco di pubblico e di critica. È stata artista in residenza presso la American Academy di Roma e presso Beit Venezia. I suoi saggi e recensioni sono apparsi nel Times Literary Supplement, New York Times Book Review, New Republic e Forward. Vive a Princeton, nel New Jersey. Damocle ha pubblicato il libro Poems for Sarra – Poesie per Sara, Sara Copio Sullam visse, studiò e creò nel Ghetto di Venezia agli inizi del Seicento. Quattro secoli più tardi, Esther Schor, Rita Dove e Meena Alexander – hanno rivisitato la sua vita e le sue opere, vivendo a Venezia ed esplorando il Ghetto.

KNUTS SKUJENIEKS
Knuts Skujenieks è nato il 5 settembre del 1936 a Riga.
Il 17 aprile 1962 Knuts Skujenieks viene arrestato dai servizi segreti sovietici con l’accusa di attività antisovietica e per non aver denunciato l’esistenza di un complotto. Fu condannato a 7 anni di reclusione, in un campo di lavoro nella Repubblica autonoma di Mordovia, in Russia. Il processo era precostruito su prove false, e Skujenieks fu riabilitato nel 1989. La raccolta delle poesie dal campo Un seme nella neve non poteva essere pubblicata nel periodo sovietico, e uscì solo nel 1990, alla vigilia dell’indipendenza della Lettonia. Il nervo principale della poesia di Knuts Skujenieks è la commistione di tradizione e modernismo. La sua poesia è stata tradotta in circa 40 lingue.

SOMERS JOHN SUMMERS
Giornalista, nato in Scozia verso il 1874, lavorò per le testate di Alfred Harmsworth. Su di lui le notizie biografiche sono scarse. Fu redattore di riviste d’avventure per ragazzi: Pluck, Halfpenny Marvel e Union Jack Library, quest’ultime due famose per aver diffuso le avventure poliziesche di Sexton Blake “the poor man’s Sherlock Holmes”, personaggio creato da Harry Blyth che ebbe successo per quasi sessant’anni. Summers divenne membro dell’ Institute of Journalists nel 1896, e tra il ‘96 e il ’98 fu impiegato al Daily Mail. If London Were Like Venice compare nel Harmsworth Magazine, vol. 1, N. 3. 1899-1900. È sepolto nel cimitero di Abney Park, nel quartiere londinese di Hackney.

ITALO SVEVO
Italo Svevo, pseudonimo dello scrittore Ettore Schmitz (Trieste 1861 – Motta di Livenza 1928) è ritenuto uno dei principali esponenti della cultura mitteleuropea. Fu autore di tre romanzi: Una vita (1892, ma con data 1893), Senilità (1898), e La coscienza di Zeno (1923). Damocle ha pubblicato Diario per la fidanzata e La Madre – The Mother.

ARIANNA TESTINO
Nata a Genova nel 1983. Ha studiato storia dell’arte medievale-moderna a Bologna e si è specializzata nella progettazione e produzione delle arti visive contemporanee a Venezia, dove attualmente vive. È interessata soprattutto alla storia dell’arte italiana degli ultimi decenni e all’ideazione e curatela di attività artistiche a carattere pubblico e sociale. Michelangelo Pistoletto: l’unione di vita, parole e opera è il suo primo saggio.

LEV TOLSTOJ
Lev Nikolaevič Tolstoj (Jasnaja Poljana, 1828 – Astapovo, 1910) rientra nel novero dei più grandi autori russi ed internazionali del XIX secolo. Per tutta la sua vita ha tenuto dei diari, in cui riportava non solo le proprie riflessioni, ma anche le proprie opere, dai romanzi alle favole per bambini, fino ai racconti. Alcuni di essi, come il testo che qui proponiamo, sono tuttora inediti in Italia. Lo Ieromonaco Eliodoro, un racconto inconcluso sulla crisi religiosa di un monaco ortodosso, fu scritto poco prima della morte dell’autore, nel 1909.

GIOVANNI VERGA
Giovanni Verga (Catania 1840 – ivi 1922), scrittore e drammaturgo, è considerato il più autorevole esponente del verismo. Damocle ha pubblicato La caccia al lupo – The Wolf-Hunt, testo a fronte italiano-inglese nella traduzione di Isaac Goldberg.

OSCAR WILDE
Oscar Wilde (Dublino, 16 ottobre 1854 – Parigi, 30 novembre 1900) è stato il principale esponente dell’estetismo e decadentismo inglesi. Damocle ha pubblicato nella collana I Tascabili The Ballad of Reading Gaol – La ballata del carcere di Reading, Ballade de la Geôle de Reading, Баллада Редингской тюрьмы, (testo in lingua originale, traduzione in lingua italiana di Carlo Vallini, traduzione in francese di Henry – D. Davray, traduzione in russo di Konstantin Bal’mont Константина Бальмонта) e The Decay of Lying – La decadenza del mentire (testo a fronte in lingua originale e traduzione di Raffaello Piccoli).

VIRGINIA WOOLF
Adeline Virginia Woolf (1882-1941), nata Stephen, pubblicò le sue opere all’interno della Hogarth Press, la casa editrice fondata e gestita con il marito Leonard. È considerata una delle maggiori scrittrici sperimentali del Novecento. Damocle ha pubblicato per la prima volta in Italia il saggio Walter Sickert: A Conversation Una ConversazioneThe Sun and the Fish – Il sole e il pesceStreet haunting: A London adventure.

WILLIAM BUTLER YEATS
William Butler Yeats, (Sandymount, Dublino, 13 giugno 1865 – Roquebrune-Cap Martin, 28 gennaio 1939), poeta e drammaturgo irlandese, è considerato uno dei più grandi poeti del ventesimo secolo. Nel 1923 venne insignito del premio Nobel per la letteratura. Damocle ha pubblicato una raccolta di sue poesie Swans – Cigni, testo a fronte inglese-italiano, traduzione di Alessandro Passi.

ZHAI YONGMING
Zhai Yongming è nata a Chengdu, nella provincia del Sichuan. Laureata in elettronica, ha lavorato come ingegnere fino al 1986. Ha cominciato a pubblicare poesie nel 1981. Ha viaggiato a lungo in Europa e ha vissuto negli USA per due anni. È tra i maggiori poeti cinesi contemporanei. Ha ricevuto importanti premi e riconoscimenti in Cina e all’estero. In Italia ha ricevuto nel 2013 il premio internazionale di poesia “Il Ceppo” di Pistoia. Tra le molte sue raccolte di poesia: DonnaPoesie scelte di Zhai YongmingInterlinee. Le sue poesie sono state tradotte in inglese, olandese, francese, italiano, spagnolo e tedesco. Ha pubblicato inoltre sei volumi di saggi, di critica d’arte e di critica letteraria. Vive a Chengdu dove dirige il bar letterario e artistico “Notti Bianche”.

IMANTS ZIEDONIS
Imants Ziedonis è considerato una delle voci più alte e amate della poesia lettone del secondo novecento. Damocle ha pubblicato le sue Krāsainas pasakas (Favole colorate) già tradotte in quattordici lingue: francese, russo, tedesco, rumeno, bulgaro, polacco, armeno, georgiano, lituano, ungherese, kirghiso, estone, moldavo e ucraino.

JĀNIS ZIEMEĻNIEKS
Jānis Ziemeļnieks, vero nome Jānis Krauklis, è nato nel 1897 e morto nel 1930 a Rīga. Poeta romantico, nella sua breve vita ha pubblicato quattro raccolte di poesie, che gli sono valse un posto di primo piano nella poesia lettone del primo novecento. Autore anche di favole per bambini e racconti brevi, spesso caratterizzati da un tono ironico e satirico. Damocle ha pubblicato il suo racconto Zīda mētelis – Il soprabito di seta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...