I Saggi

MICHELANGELO PISTOLETTO l’unione di vita, parole e opera di Arianna Testino

MICHELANGELO PISTOLETTO
l’unione di vita, parole e opera

Arianna Testino

pistoletto

ISBN 978-88-96590-12-6

15 €

Italia

Attraverso l’analisi di alcuni passaggi della produzione di Michelangelo Pistoletto, Arianna Testino vuole suggerirne una lettura basata sul concetto di coerenza, usando le parole dell’artista e quelle della critica come linee guida per la costruzione dell’indagine.
La scelta di tali passaggi è dettata dalla convinzione che l’intera opera di Pistoletto, dai Quadri specchianti in avanti, lungo un percorso definito per mezzo di approcci e tecniche diversi, si confronti con una serie di questioni ricorrenti come il rapporto con la superficie pittorica, il legame tra arte e vita e la relazione con lo spettatore.
Il dialogo intercorso tra l’autrice e Pistoletto, riportato in appendice del saggio, è un interessante confronto sulle tematiche di studio affrontate nella ricerca e un buon banco di prova per la teoria interpretativa proposta, facendo giocare alle parole, in questo caso parlate, un ruolo ancora una volta essenziale.

 

Arianna Testino è nata a Genova nel 1983. Ha studiato storia dell’arte medievale-moderna a Bologna e si è specializzata nella progettazione e produzione delle arti visive contemporanee a Venezia, dove attualmente vive.
È interessata soprattutto alla storia dell’arte italiana degli ultimi decenni e all’ideazione e curatela di attività artistiche a carattere pubblico e sociale. Questo è il suo primo saggio.

 

Acquista il libro da Ibs

Acquista il libro da Mondadori

Con gli occhi il dolore: l’aspra solitudine di Saba di Giovanni Infelise

Con gli occhi il dolore:
l’aspra solitudine di Saba

Giovanni Infelise

saba

ISBN 978-88-96590-16-4

12 €

Italia

Umberto Saba è il poeta italiano del Novecento che più di altri si è addentrato nelle divine cose ascoltando e cogliendo la loro profondità per poi restituirla in un’immagine poeticamente nuova, assolutamente coerente alla natura malinconica del suo sguardo. Poeta che più di altri ha fatto suo il pensiero della morte attorno al quale far rinascere il quieto prodigio della vita e per il quale la chiarezza costituisce non solo il fondamento stesso del rifiuto di certa oscurità intellettualistica, ma la misura dominante di una poetica che lo porterà a vivere la poesia come una seconda vita in grado di rivelargli il lato in ombra della sua esistenza.

Giovanni Infelíse è nato a Cosenza nel 1957, vive e lavora a Bologna. La sua prima raccolta di poesia (Sfero, 1987) viene pubblicata presso l’editore Cappelli. In seguito presso altri editori dà alle stampe: Zèfiro, prefazione di Gianni Scalia (1989); Sotto la luna (con Giorgio Bonacini, 1991); Cuora tremula, prefazione di Mario Ramous (1992); Canti dell’amarezza, postfazione di Roberto Roversi (2001); L’isola senza desiderio (2006); L’ultima dimora, con una nota di Adriano Marchetti (2007); Dépassé (2011). Pubblica i saggi in volume: La voce imperfetta: il poeta e l’inquietudine della parola, introibo di Gianni Scalia (1995); Le rêve, le corps, le visage. Amedeo Modigliani (2008); un testo per il teatro dal titolo L’ultima notte del pettirosso (2010). È presente come poeta e critico in diverse pubblicazioni collettanee. Da tempo si occupa di letteratura, di teatro, di filosofia. Suoi studi sono apparsi su riviste specializzate. A partire dal 1995 inizia la sua collaborazione, con seminari e lezioni presso l’Ateneo bolognese, nell’àmbito degli insegnamenti di “Storia della filosofia contemporanea”, “Iconografia teatrale”, “Metodologia della ricerca filosofica”, “Storia dell’estetica”. Nel gennaio 2007 viene chiamato a far parte, in qualità di Socio corrispondente, dell’antica Accademia Cosentina fondata a Cosenza nel 1511 da Aulo Giano Parrasio. Ha ricevuto riconoscimenti in diversi premi letterari.

 

Acquista il libro da Ibs

Acquista il libro da Mondadori

LA PESTE MANZONIANA NEL POLESINE Rovigo, Adria, Lendinara, Badia L’epidemia del 1630-31 nella diocesi di Adria-Rovigo di Filippo Gasparini

LA PESTE MANZONIANA NEL POLESINE 
Rovigo, Adria, Lendinara, Badia
L’epidemia del 1630-31 nella diocesi di Adria-Rovigo

Filippo Gasparini

peste

ISBN 978-88-96590-33-1

15 €

Italia

“La morte è entrata per le nostre finestre,
si è introdotta nei nostri palazzi
per abbattere i bambini sulle vie
e i giovani sulle piazze.
I cadaveri degli uomini giacciono
come letame sui campi
come dietro al mietitore
i covoni che nessuno raccoglie”.
Geremia (9-4; 20,21).

Piaga mandata da Dio per punire i peccatori oppure opera del demonio propagatore di miasmi pestiferi, l’universo di credenze e l’immaginario popolare sorti intorno alla peste nel corso dei secoli ne evidenziano l’aspetto più spaventoso e mortificante: la facilità con cui provocava la morte e l’ignoranza sulle sue origini, sulle sue cause e sul suo diffondersi. La peste infatti uccideva chiunque, non distinguendo tra poveri e ricchi, uomini e donne, vecchi e bambini, e lo faceva in fretta.

Filippo Gasparini è nato a Portomaggiore (Fe) nel 1978 e vive a Rovigo. Si è laureato in Lettere all’Università di Bologna nel 2005. Docente precario di Italiano e di Latino, si interessa, oltre alle “Belle Lettere”, di Storia, Filosofia e Musica (www.pursuitgreen.it).

 

Acquista il libro da Ibs

Acquista il libro da Mondadori

Introduzione a L’hobby del sonetto di Pier Paolo Pasolini di Carlo Alberto Petruzzi

Introduzione a L’hobby del sonetto di Pier Paolo Pasolini

Carlo Alberto Petruzzi

pasolini

ISBN 978-88-96590-32-4

12 €

Italia

La poesia intimistico-affettiva dei sonetti rivela l’impossibilità di Pier Paolo Pasolini di prendere parte al “sistema”. L’omosessualità esclude l’ingresso del poeta e dei propri sentimenti – con l’evidente allusione al riconoscimento formale che la collettività offre invece al matrimonio – all’interno del consorzio civile. Pasolini resta quindi indifeso ed allo stesso tempo impossibilitato ad esercitare una qualunque forma di reazione.
Lo strazio e la disperazione propri dell’abbandono, che colgono il poeta in questi anni, si realizzano sul piano espressivo con un recupero della “lingua del passato”: il metro del sonetto.
L’hobby del sonetto è una raccolta inedita pubblicata soltanto nel 2003.

Carlo Alberto Petruzzi è nato a Fiesole nel 1985 e vive a Firenze. Ha esordito con la raccolta di racconti Senesi. Ha curato l’edizione del Don Giovanni Tenorio di Carlo Goldoni, pubblicata nella collana Teatro Damocle.

 

Acquista il libro da Ibs

Acquista il libro da Mondadori

TAKASHI MURAKAMI La rivincita di un nerd di Giulia Jurinich

TAKASHI MURAKAMI La rivincita di un nerd

Giulia Jurinich

murakami

ISBN 978-88-96590-02-7

12 €

Italia

«Il panorama artistico internazionale si apre ai nuovi mercati emergenti proponendo artisti dallo spirito innovativo e dalle idee spesso provocatorie. Tra questi il giapponese Takashi Murakami, con le sue opere poku, il suo legame stretto con la tradizione artistica nipponica, le sue incursioni nel mondo della moda, è il personaggio che meglio rappresenta quello che l’arte contemporanea vuole oggi.
Il saggio ripercorre le tappe della sua formazione e della sua evoluzione, dalle origini fino ad arrivare alla grande retrospettiva degli anni 2008- 2009.»

Giulia Jurinich è nata a Venezia nel 1985. Dopo essersi diplomata presso il Liceo Ginnasio “R. Franchetti” di Mestre, si è iscritta all’Università “La Sapienza” di Roma, dove, nel 2008, si è laureata, con il massimo dei voti, in Studi Storico-Artistici. Attualmente frequenta lo stesso Ateneo al fine di conseguire la Laurea Specialistica nella medesima disciplina.

Venerdì 14 Maggio alle ore 16,00 è stato presentato all’interno del programma ufficiale del Salone del Libro di Torino il libro di Giulia Jurinich Takashi Murakami La rivincita di un nerd.
Il Sole 24 Ore di Domenica 9 Maggio ha segnalato questo evento tra gli appuntamenti da non mancare scelti dalla redazione.

 

Acquista il libro da Ibs

Acquista il libro da Mondadori