LE BESTIAIRE, OU CORTÈGE D’ORPHÉE – Guillaume Apollinaire

 LE BESTIAIRE, OU CORTÈGE D’ORPHÉE
The Bestiary, or the Procession of Orpheus
Il Bestiario, o il corteggio d ’Orfeo

Guillaume Apollinaire


traduzione di Alessandro Passi

ISBN 978-88-32163-10-0

15 €

FranciaIngleseItalia

Je souhaite dans ma maison: / Une femme ayant sa raison, /
Un chat passant parmi les livres, / Des amis en toute saison /
Sans lesquels je ne peux pas vivre. [Le chat]

In my home I’d like to find: / A wife of reasonable mind, /
A cat that moves around my books, / All seasons e’er with friends combined, /
The lack thereof my life unhooks. [The Cat]

Il desiderio per la mia abitazione: / che vi sia moglie dotata di ragione, /
che in mezzo ai libri vi passeggi un gatto / ch’io abbia amici per ogni stagione /
– di lor privato io non vivo affatto. [Il gatto]

 

Pubblicato nel 1911, Le Bestiaire ou Cortège d’Orphée è la prima raccolta di poesie di Guillaume Apollinaire. Ad accompampagnare i testi in francese, inglese e italiano, ci sono le incisioni di Raoul Dufy, presenti già nell’edizione originale.

Guillaume Apollinaire (1880-1918) scrittore, drammaturgo e critico d’arte è considerato uno dei poeti più rappresentativi del primo novecento francese.

Acquista

Apollinaire – LE GASTRO-ASTRONOMISME OU LA CUISINE NOUVELLE, L’AMI MÉRITARTE

Guillaume Apollinaire

LE GASTRO-ASTRONOMISME OU LA CUISINE NOUVELLE
IL GASTRO-ASTRONOMISMO O LA CUCINA NUOVA

L’AMI MÉRITARTE
L’AMICO MÉRITARTE

Traduzione e note di Carlo Alberto Petruzzi

ISBN 978-88-32163-02-5

10 €

Francia
Italia

Due racconti sulle teorie di Guillaume Apollinaire in cucina
in una nuova edizione italiana con testo francese a fronte.

Guillaume Apollinaire (1880-1918) scrittore, drammaturgo e critico d’arte è considerato come uno dei poeti più rappresentativi del primo novecento francese.

Per Damocle Edizioni, Carlo Alberto Petruzzi ha curato il volume Carmelo Bene: una bibliografia (1959-2018), l’edizione del Don Giovanni Tenorio di Carlo Goldoni (2012) e pubblicato il saggio Introduzione a L’hobby del sonetto di Pier Paolo Pasolini (2011).

Leggi la recensione di Camilla Tagliabue, Il Fatto Quotidiano, 31 marzo 2019.

Acquista