Yang Lian – VENICE ELEGY – ELEGIA VENEZIANA

 威尼斯哀歌
VENICE ELEGY
ELEGIA VENEZIANA

Yang Lian 

translated by Brian Holton
traduzione di Federico Picerni

ISBN 978-88-32163-05-6

10 €

Italia Inglese

 

Venezia è ritenuta la “città più bella al mondo”, ma un esame attento rivelerà la sua origine di città di profughi.

Ezra Pound e Josif Brodskij, due poeti che, pur nutrendo in vita idee politiche totalmente opposte l’uno dall’altro, dopo la morte decisero entrambi di essere sepolti nell’isola di San Michele. È forse possibile che esistesse un legame fra le loro menti, desiderose entrambe di scorgere, dietro l’illusione della bellezza, le miserie dell’umanità, che non conoscono passato e presente? Chi, in questo mondo, non è profugo? Questa composizione poetica è stata completata il 14 luglio 2017, nel giorno in cui Liu Xiaobo, premio Nobel per la pace, moriva in prigione: un giorno di sconfinata “elegia”, la nostra, di ciascuna persona al mondo. [Yang Lian]

Yang Lian è uno dei massimi poeti cinesi viventi. È stato tradotto nelle principali lingue e ha ottenuto importanti riconoscimenti internazionali. Damocle ha pubblicato l’edizione bilingue cinese-italiano della sua raccolta di poesie Dove si ferma il mare e il libro d’artista Venice Elegy, con poesie di Yang Lian e immagini di Ai Weiwei.

Acquista il libro da Ibs

Acquista il libro da Mondadori

Acquista il libro dal sito Damocle

POEMS FOR SARRA – POESIE PER SARA, Meena Alexander – Rita Dove – Esther Schor

POEMS FOR SARRA – POESIE PER SARA 
Meena Alexander – Rita Dove – Esther Schor 

traduzione di Anita Pinzi e Federico Mazzocchi 
a cura di Shaul Bassi 

In copertina: illustrazione di Roberto Mazzetto

ISBN 978-88-943223-6-1

10 €

Inglese
Italia

Sarra Copia Sulam lived, learned, and created in the Ghetto of Venice in the early seventeenth century. Four hundred years later, three distinguished poets – Meena Alexander, Rita Dove, Esther Schor – revisited her life and works by living in Venice and exploring the Ghetto. This is their poetic tribute to a Jewish woman who defied with her art and pride the conventions of her time and place.

Sara Copio Sullam visse, studiò e creò nel Ghetto di Venezia agli inizi del Seicento. Quattro secoli più tardi, tre celebri poetesse – Meena Alexander, Rita Dove, Esther Schor – hanno rivisitato la sua vita e le sue opere, vivendo a Venezia ed esplorando il Ghetto. Questo è il loro omaggio in poesia a una donna ebrea che sfidò con la sua arte ed il suo orgoglio le convenzioni del suo tempo e luogo.

Acquista

Francesco Crosato – Sottocosta

SOTTOCOSTA
Viaggio solitario da Muggia a Cattolica

Francesco Crosato 

ISBN 978-88-96590-98-0

10 €

Italia

Nell’universo poetico di Francesco Crosato, il viaggio, contrassegnato da un’eleganza rétro, diventa un dialogo con città-muse adolescenti, dominato da una sensualità inespressa e forse repressa che si riscatta volgendosi con passione verso la Storia.

Alessandro De Bei

Francesco Crosato è nato nel 1955 a Treviso, città in cui attualmente vive e lavora (insegna italiano e storia presso l’Istituto Tecnico Turistico Mazzotti). Ha pubblicato una raccolta di poesie in lingua italiana (Cos’hai che non parli…?, edizioni Ensemble ’900), una silloge in dialetto trevigiano (S’ciantìzi, Longo Editore di Ravenna), un’opera per il teatro, sempre in dialetto, riprodotta in audiolibro dallo stesso editore (No’ soło nónsoło, Antilia Editore, Treviso) ed una raccolta di fiabe (Ometti neri in camera, Kellermann Editore, Vittorio Veneto, Treviso). Ha anche collaborato con importanti artisti (Licata, Celiberti, De Martin, De Bei, Santorossi, Brancher, Bellotto…), realizzando alcuni cataloghi d’arte.

 Acquista

SOTTOCOSTA
da Muggia a Cattolica
Annotazioni di un viaggio solitario

Francesco Crosato 

ISBN 978-88-943223-7-8

5 €

Italia

Non mi sembrò una cattiva idea accostare alla raccolta poetica un fascicoletto che accompagnasse con discrezione un’uscita, magari domenicale, da parte di qualche curioso e forse un po’ inconsueto lettore. 

 Acquista

Meng Lang – Sull’educazione, Un diario poetico su Tian’anmen 1989

SULL’EDUCAZIONE
Un diario poetico su Tian’anmen
1989

Meng Lang 

traduzione e cura di Claudia Pozzana e Alessandro Russo

ISBN 978-88-96590-99-7

12 €

Italia

Meng Lang (1961) pseudonimo di Meng Junliang, nato e cresciuto a Shanghai. Negli anni ’80 partecipa a molte iniziative di poeti “underground” e lui stesso ha contribuito alla fondazione di varie riviste. È coautore, assieme a Xu Jingya, dell’importante “Antologia dei poeti cinesi modernisti 1986-1988”. Si trasferisce negli USA a metà degli anni Novanta ed è per un triennio, fino al 1998, “scrittore residente” presso la Brown University, dove insegna e collabora con altri poeti. Nel 2001 è tra i fondatori del Chinese Pen Center. Si stabilisce a Hong Kong dove vive fino al 2014. È fondatore della Morning Bell press. Successivamente si trasferisce a Taiwan dove attualmente vive e lavora. Ha pubblicato varie raccolte di versi. Sue poesie sono state tradotte in molte lingue tra cui italiano, inglese, francese, spagnolo e svedese. In italiano si vedano Nuovi poeti cinesi, Einaudi, 1996 e Un’altra Cina. Poeti e narratori degli anni Novanta, in “In forma di parole”, n. I, 1999.

Leggi Piazza Tian’anmen, un diario poetico che diventa politico di Federico Picerni, il manifesto, sabato 28 aprile 2018.

 Acquista