Piccola Biblioteca Lettone

trokšņot drīkst tikai jūra – solo il mare può far rumore, Ingmāra Balode

TROKŠŅOT DRĪKST TIKAI JŪRA
SOLO IL MARE PUÒ FAR RUMORE

Ingmāra Balode

traduzione di Paolo Pantaleo

ingmara_balode_damocle

In copertina: illustrazione di Margarita Fjodorova

ISBN 978-88-96590-89-8

5 €

LatviaItalia

Lūdzu, aiznes mani kaut kur prom, kur varu šūpoties koka būves klusajās skavās un just sevi kā gaisa strāvu, kā vējpūsmu, kas slīd pāri zālei un iepazīstas ar tieši to stiebru, un aizmirst visus vārdus.

Ti prego, portami in un altrove, dove mi possa cullare nei silenziosi abbracci di case di legno e sentirmi corrente d’aria, brezza di vento, che scivola sull’erba e s’imbatte in quel preciso stelo, e dimentica tutte le parole.

 

Ingmāra Balode, nata nel 1981, poetessa e traduttrice, è una dei maggiori talenti della nuova poesia lettone. Ha pubblicato finora due raccolte di poesie. La prima, “Ledenes, ar kurām var sagriezt mēli.” Ed. Satori (2007), ha ottenuto il premio della Letteratura lettone (LALIGABA) per il miglior esordio. La seconda, “alba” Ed. Mansards (2012), ha ricevuto il premio per la migliore opera poetica dell’anno.
Le poesie di questa raccolta sono tratte da “Ledenes, ar kurām var sagriezt mēli.” Ed. Satori (2007).

Guarda “Momentuzņēmums. 19. epizode. Tulkotājs Paolo Pantaleo” episodio della TV lettone dedicato alla realizzazione del libro Sēkla sniegā – Un seme nella neve di Knuts Skujenieks. 

Acquista il libro da Ibs

Acquista il libro da Mondadori

Sēkla sniegā – Un seme nella neve di Knuts Skujenieks

 SĒKLA SNIEGĀ  – UN SEME NELLA NEVE
dzejas un vēstules no lēģera – poesie e lettere dal gulag

Knuts Skujenieks 

traduzione di Paolo Pantaleo

knuts_skujenieks_sekla_sniega

In copertina: illustrazione di Margarita Fjodorova

ISBN 978-88-96590-84-3

12 €

LatviaItalia

 

Neviens zemnieks nesēs sēklu sniegā.
To var izdarīt tikai dzejnieks. Un viņa sētā sēkla dīgst.

Nessun contadino semina nella neve.
Lo può fare solo il poeta. È nel suo cortile che quel seme germoglia.

 

Knuts Skujenieks è nato il 5 settembre del 1936 a Riga.
Il 17 aprile 1962 Knuts Skujenieks viene arrestato dai servizi segreti sovietici con l’accusa di attività antisovietica e per non aver denunciato l’esistenza di un complotto. Fu condannato a 7 anni di reclusione, in un campo di lavoro nella Repubblica autonoma di Mordovia, in Russia. Il processo era precostruito su prove false, e Skujenieks fu riabilitato nel 1989. La raccolta delle poesie dal campo Un seme nella neve non poteva essere pubblicata nel periodo sovietico, e uscì solo nel 1990, alla vigilia dell’indipendenza della Lettonia.
Il nervo principale della poesia di Knuts Skujenieks è la commistione di tradizione e modernismo.
La sua poesia è stata tradotta in circa 40 lingue.

Guarda “Momentuzņēmums. 19. epizode. Tulkotājs Paolo Pantaleo” episodio della TV lettone dedicato alla realizzazione di questo libro. 

Leggi Skujenieks, il poeta nel gulag di Lorenzo Fazzini, Agorà – Avvenire, domenica 6 marzo 2016.

Acquista il libro da Ibs

Acquista il libro da Mondadori

Acquista il libro da Amazon

KRĀSAINAS PASAKAS – FAVOLE COLORATE di Imants Ziedonis

KRĀSAINAS PASAKAS – FAVOLE COLORATE

Imants Ziedonis

Introduzione e traduzione a cura di Paolo Pantaleo

ziedonis

In copertina: Nebbia colorata di Margarita Fjodorova

 ISBN 978-88-96590-58-4

10 €

LatviaItalia

«Io la riconobbi subito, questa è la mia ambra. Fra migliaia e milioni di stelle io riconoscevo la mia. […] e mai mi capitava di annoiarmi con lei. […] Una volta mi parlò. Quando ero stanco, mi sussurrò tali parole che la stanchezza scomparve. A tarda sera, quando tutti vanno a letto stanchi, l’ambra comincia a parlare e io riesco ad attraversare l’oscurità e i muri. Perché fra tutte, la forza dell’Amore è la più grande. A volte l’ambra mi guarda come se pregasse. Mi prega di fare qualcosa ed io riesco a fare di tutto.»

 

Imants Ziedonis è considerato una delle voci più alte e amate della poesia lettone del secondo novecento. Le Krāsainas pasakas (Favole colorate) sono state tradotte in quattordici lingue: francese, russo, tedesco, rumeno, bulgaro, polacco, armeno, georgiano, lituano, ungherese, kirghiso, estone, moldavo e ucraino. Vengono pubblicate ora per la prima volta in lingua italiana nella traduzione di Paolo Pantaleo. Testo a fronte lettone-italiano.

Guarda “Momentuzņēmums. 19. epizode. Tulkotājs Paolo Pantaleo” episodio della TV lettone dedicato alla realizzazione del libro Sēkla sniegā – Un seme nella neve di Knuts Skujenieks . 

Leggi la recensione di Giovanna Piazza nel blog Squadernauti.

Leggi l’articolo di Laura Bonelli (EscaMontage).

Leggi “Tradurre in italiano la letteratura lettone. Intervista a Pierpaolo Pregnolato di Edizioni Damocle” di Alberto Cellotto.

 

Acquista il libro da Ibs

Acquista il libro da Mondadori

Acquisto il libro da Amazon

Zīda mētelis – Il soprabito di seta di Jānis Ziemeļnieks

ZĪDA MĒTELIS – IL SOPRABITO DI SETA

Jānis Ziemeļnieks 

traduzione di Paolo Pantaleo

Ziemelnieks

In copertina: illustrazione di Margarita Fjodorova

ISBN 978-88-96590-61-4

3 €

LatviaItalia

Savā 23. dzimšanas dienā Apses kundze jutās nepatīkami pārsteigta, kad cerētā zīda mēteļa vietā vīrs viņai uzdāvināja vienkāršu rokassprādzi ar neīstiem akmeņiem.

Il giorno del suo 23° compleanno la signora Apse ebbe la sgradevole sorpresa di ricevere in regalo da suo marito, al posto del desiderato soprabito di seta, un semplice braccialetto di pietre finte.

 

Jānis Ziemeļnieks, vero nome Jānis Krauklis, è nato nel 1897 e morto nel 1930 a Rīga. Poeta romantico, nella sua breve vita ha pubblicato quattro raccolte di poesie, che gli sono valse un posto di primo piano nella poesia lettone del primo novecento. Autore anche di favole per bambini e racconti brevi, spesso caratterizzati da un tono ironico e satirico.

Guarda “Momentuzņēmums. 19. epizode. Tulkotājs Paolo Pantaleo” episodio della TV lettone dedicato alla realizzazione del libro Sēkla sniegā – Un seme nella neve di Knuts Skujenieks . 

Leggi “Tradurre in italiano la letteratura lettone. Intervista a Pierpaolo Pregnolato di Edizioni Damocle” di Alberto Cellotto.

 

Acquista il libro da Ibs

Acquista il libro da Mondadori

LAKATIŅŠ BALTAIS – UN BIANCO FAZZOLETTO di Nora Ikstena

LAKATIŅŠ BALTAIS – UN BIANCO FAZZOLETTO

Nora Ikstena 

traduzione di Paolo Pantaleo

Nora_Ikstena

In copertina: illustrazione di Margarita Fjodorova

ISBN 978-88-96590-50-8

5 €

LatviaItalia

Kopš Viņš ir viens, Viņam aizvien vairāk šķiet, ka visa tā nemaz nav bijis. Tikai tas vējš galvā, kas sanesa vārdus. Tikai Viņš un tas vējš.

Da quando è solo, sempre più gli sembra che tutto questo non sia mai esistito. Solo questo vento in testa che porta con sé parole. Solo Lui e questo vento.

 

Nora Ikstena, nata a Rīga nel 1969, è una delle maggiori narratici della letteratura lettone contemporanea. I suoi racconti sono stati già tradotti in numerose lingue, fra cui inglese, russo, svedese, georgiano, tedesco, estone e lituano. Lakatiņš baltais fa parte della raccolta Dzīves stāsti Ed. Atēna 2004.

Guarda “Momentuzņēmums. 19. epizode. Tulkotājs Paolo Pantaleo” episodio della TV lettone dedicato alla realizzazione del libro Sēkla sniegā – Un seme nella neve di Knuts Skujenieks. 

Leggi “Tradurre in italiano la letteratura lettone. Intervista a Pierpaolo Pregnolato di Edizioni Damocle” di Alberto Cellotto.

Leggi la recensione di Patrizia Poli (Critica Letteraria) al libro di Nora Ikstena.

 

Acquista il libro da Ibs

Acquista il libro da Mondadori

SAPNIS – SOGNO di Rūdolfs Blaumanis

SAPNIS – SOGNO

Rūdolfs Blaumanis 

traduzione di Paolo Pantaleo

COPERTINA_Blaumanis_R

In copertina: Speranza di Margarita Fjodorova

ISBN 978-88-96590-56-0

5 €

LatviaItalia

Lui guardò i lillà, sui fiori blu brillavano piccole gocce d’acqua della pioggia scesa prima del tramonto. Con un suono, che diceva tutta la tristezza della natura, qua e là cadevano gocce dai fiori sulle foglie, da foglia a foglia fino a dissolversi in terra.

 

«Blaumanis non era uno scrittore “idealista”. Si teneva alla larga dall’astrazione e dalle nude frasi. Come un vero artista gli interessavano le figure concrete e le persone reali. E non gli mancava una sua semplice, profondamente umana, visione del mondo. Blaumanis non amava la parzialità, pur se anche nella parzialità vi è della grandezza. Una volta chiacchieravamo, nella scuola di Ērgļi. Un raggio di sole, dalla finestra, si riverberava nella caraffa d’acqua sul tavolino, dando vita a un brillante arcobaleno. Vedi, Kārlis, nel sole ci sono sette colori. Perché tu vuoi essere soltanto rosso? L’arcobaleno era il segno dell’arte di Blaumanis. Nei suoi lavori splende la lingua popolare e la pienezza dei colori della vita.»

Kārlis Skalbe

 

Rūdolfs Blaumanis, nato nel 1863 a Ērgļi e morto nel 1908, è stato il più grande drammaturgo lettone e uno dei più acuti e sensibili narratori del suo tempo, il fondatore della narrativa psicologico realistica nella letteratura lettone.

Guarda “Momentuzņēmums. 19. epizode. Tulkotājs Paolo Pantaleo” episodio della TV lettone dedicato alla realizzazione del libro Sēkla sniegā – Un seme nella neve di Knuts Skujenieks. 

Leggi “Tradurre in italiano la letteratura lettone. Intervista a Pierpaolo Pregnolato di Edizioni Damocle” di Alberto Cellotto.

Leggi la recensione di Maria Vittoria Masserotti al libro “Sapnis -Sogno” di Rūdolfs Blaumanis.

 

Acquista il libro da Ibs

Acquista il libro da Mondadori